indennità da esproprio

Indennità da esproprio

L’indennità da esproprio è assolutamente legittima sia per Aziende che per privati che abbiano subito un esproprio. Con molta probabilità sono stati costretti a confrontarsi con avvisi e comunicazioni dal contenuto difficilmente comprensibile, tempi lunghi ed indennizzi irrisori.

Una questione particolarmente delicata, ad esempio, è proprio quella relativa al rimborso proposto.

Ebbene, non tutti sanno che è possibile contestare l’offerta dello Stato entro 30 giorni dalla notifica del decreto di esproprio o della stima dell’indennità (qualora fosse successiva al decreto).

Infatti, è possibile contestare i calcoli effettuati dallo Stato, le modalità di nomina dei periti o di liquidazione delle spese per la quantificazione dell’indennità.

Non solo. E’ addirittura possibile chiedere al Giudice di determinare il giusto prezzo per l’espropriazione.

Ci sono poi dei casi estremi di responsabilità dello Stato: vale a dire l’occupazione del suolo privato da parte dell’amministrazione senza alcuna dichiarazione di pubblica utilità o decreto di esproprio.

Anche in queste ipotesi il cittadino non è privo di difesa e può presentarsi davanti al Giudice per ottenere giustizia.

La normativa sugli espropri è molto complessa: avvocati esperti nella materia potranno aiutarvi al meglio a verificare se lo Stato ha violato i vostri diritti.

Contattaci pure nel caso l’argomento “indennità da esproprio” sia di tuo interesse, cercheremo di rispondere ai tuoi dubbi ed alle tue domande.

I più letti

Chiunque abbia subito l’esproprio di un fondo ha diritto ad un’indennità da parte dello Stato per la perdita del diritto di proprietà, calcolata secondo...