Risarciti dallo Stato

Risarciti dallo Stato

Come tutti noi, anche le pubbliche amministrazioni sono tenute per Legge a rispondere delle proprie condotte inadempienti o dannose e dare disponibilità, in questo caso, a cittadini e aziende di essere risarciti dallo Stato.

Mancato pagamento dei crediti, omessa manutenzione delle strade, responsabilità sanitaria, sono solo alcune delle ipotesi in cui lo Stato è tenuto, nel caso di accertamento di una sua responsabilità, a tenere indenne il danneggiato dalle conseguenze derivanti da tali azioni od omissioni.

Peraltro, l’obbligo per le pubbliche amministrazioni (ad esempio, per i comuni o gli ospedali) di sottoscrivere una polizza assicurativa per la responsabilità civile, garantisce al danneggiato una buona prospettiva di ricevere un risarcimento, indipendentemente dalle note condizioni economiche di molti degli enti pubblici italiani.

Di conseguenza, aziende e cittadini che si sentano danneggiati, non dovrebbero farsi spaventare dall’intraprendere un’azione legale nei confronti dei propri amministratori, per tutelare i loro legittimi diritti, ed essere quindi risarciti dallo Stato.

E non dovrebbe nemmeno essere d’ostacolo a simili iniziative, la paura di dover affrontare lunghi e costosi giudizi.

Spesso, infatti, anche un’azione stragiudiziale ben pianificata e strutturata, può consentire di definire la posizione senza la necessità di varcare le “insidiose” porte degli uffici giudiziari.

Inoltre, di recente, sono stati introdotti strumenti alternativi di risoluzione delle controversie (di costo relativamente contenuto) che consentono al danneggiato di tentare un approccio “bonario” con la controparte, nel caso in cui il preliminare contatto stragiudiziale non sia giunto a buon fine.

Ma, nell’ipotesi in cui anche tale iniziativa non si riveli sufficiente, la stessa procedura civile offre strumenti giudiziari più snelli, veloci ed economici quali, in particolare, il procedimento per decreto ingiuntivo, ai fini del recupero dei crediti insoluti, o il procedimento sommario di cognizione ex articolo 702-bis Codice di Procedura Civile, ricorrendone le condizioni di Legge.

Il presente sito, curato dagli Avvocati Marco Sebastiano Accorrà e Lorenzo Grassano – legali con pluriennale esperienza nel contenzioso in materia di responsabilità civile, nonché nella tutela di aziende e consumatori – si pone l’obiettivo di aiutare imprese e cittadini a prendere maggiore consapevolezza dei propri diritti e poteri di fronte agli eventuali danni derivanti da alcune delle principali ipotesi di condotta illecita della Pubblica Amministrazione e di essere quindi, qualora ci fossero le corrette prerogative, risarciti dallo Stato.

A questo proposito, noi di RisarcitidalloStato crediamo che tale consapevolezza debba necessariamente passare dalla condivisione di informazioni ed esperienze tra i cittadini. Ecco perché abbiamo dotato il sito di un apposito forum, dove gli utenti potranno interagire tra di loro e condividere storie, domande e spunti di riflessione.

Leggi tutto

I più letti

Secondo i dati elaborati dall’Ufficio Studi della CGIA di Mestre, in Italia i tempi medi di pagamento della Pubblica Amministrazione per i propri debiti...

Ultime Sentenze

Fatto SVOLGIMENTO DEL PROCESSO p.1. B.V., M.R., B.A. e B.F. hanno proposto ricorso per cassazione contro la sentenza del 6 febbraio 2013, con cui la Corte...